Marketplace o E-commerce per il tuo shop online ?

Ogni commerciante che decide di intraprendere la strada dello “shop online” si trova di fronte ad un bivio: scegliere un marketplace o un e-commerce? Innanzitutto è importante capire le varie differenze tra le due modalità di vendita online, successivamente analizzare quale dei due modelli sia più compatibile con le proprie esigenze

COS’E’ UN E-COMMERCE?

Il termine e-commerce in italiano viene tradotto come “commercio elettronico”, intendendo un processo di vendita/acquisto di beni o servizi tramite il web. Questo tipo di attività commerciale prevede un rapporto con il fornitore per la spedizione, pagamento e trasporto.

Tuttavia, possiamo distinguere due tipologie di e-commerce: il B2C che prevede un servizio ad un acquirente privato e il B2B quando la vendita/acquisto avviene tra aziende o professioni.

COS’E’ UN MARKETPLACE?

A differenza dell’e-commerce, il marketplace funge da vetrina nella quale vengono mostrati prodotti e servizi sia della propria attività che quella dei competitors. Sono definiti anche “piattaforme” che mettono in contatto entrambe le parti: chi acquista e chi vende.

Per quanto riguarda il tipo di offerta, esistono diversi marketplace: i più popolari in Italia sono Amazon ed Ebay, due vetrine nelle quali il fornitore può inserire il prodotto che vuole vendere; esistono anche marketplace dedicati alla vendita di servizi come Infojobs e AirBnB.

E-COMMERCE VS MARKETPLACE

Avere un e-commerce presuppone un impegno e una manutenzione maggiore rispetto al marketplace, in quanto quest’ultimo, vincola direttamente la struttura del sito, il layout, le strategie di vendita, le foto e i termini di pagamento dettate dal gestore. Per una buona riuscita del progetto è caldamente consigliabile il supporto di un partner professionista del settore.

Ancora, l’e-commerce può diventare uno strumento di branding: comunicare i valori della propria identità aziendale e trasmettere sicurezza ai clienti è fondamentale per creare un rapporto di fiducia con la propria clientela.

Il marketplace è meno impegnativo rispetto all’ e-commerce, in quanto l’esercente è tenuto ad inserire “solamente” i propri prodotti nella piattaforma scelta, e attendere l’interesse di un potenziale acquirente.

Grazie all’indicizzazione del sito nei motori di ricerca, è possibile ottenere un’ampia visibilità a costo zero o moderato. Essere presenti su un marketplace, d’altro canto ha un suo costo: la commissione trattenuta varia dal 7% al 15% su ogni vendita.

I motori di ricerca interni al marketplace hanno assunto un ruolo decisivo nella vendita di prodotti: gli esperti affermano che nel 2020, metà delle vendite di e-Commerce sono state condotte su piattaforme di terze parti, rendendo i marketplace vincitori indiscussi sugli acquisti online.

Gartner, (società per azioni multinazionali) sostiene che i marketplace rappresenteranno il 70% delle vendite e-commerce entro il 2022.

Sono quindi tante le considerazioni da elaborare prima di arrivare ad una scelta finale, quello che consigliamo è di richiedere la consulenza di un professionista per analizzare entrambe le soluzioni e comprendere quale sia più in linea con il vostro business plan.

Perché scegliere Caramella Multimedia come partner della tua comunicazione aziendale?

I nostri clienti trovano in noi un partner in grado di parlare la lingua dei nuovi mercati e nella quale tradurre la loro personalità Made in Italy con professionalità, competenza e serietà.

 La passione e la dedizione del nostro team porta alla realizzazione di progetti eccellenti. Stai cercando un team di professionisti in grado di soddisfare ogni tua idea?  

Caramella Multimedia per la tua comunicazione aziendale

Farsi consigliare o affidare il lavoro a professionisti è sempre la strategia migliore quando non si hanno risorse, tempo libero o inventiva sufficiente.
Contattaci senza impegno, affidati alla nostra esperienza per organizzare al meglio la tua comunicazione.
Approfondisci i servizi di comunicazione che possiamo offrire alle aziende.